POLLO MARINATO ALL’ARANCIA

secondi | 29/02/2016 | By

Pollo marinato all'arancia

Mi sono imbattuta in questa ricetta spulciando su uno dei miei food blog preferiti del momento ( considerato tra l’altro come tra i 10 migliori del 2015) che e’ http://www.thewoksoflife.com dove c’e una famiglia( mamma, papa’ e due figlie) che si alternano ai fornelli e ai post ed e’ fantastico se vi piace la cucina asiatica. 

Qui ne riporto una versione personalizzata, se vi piace l’agrodolce  e l’abbinamento carne e frutta , vi lecchere i baffi davvero!

POLLO MARINATO ALL'ARANCIA
Rivisitazione di una ricetta asiatica
Write a review
Print
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Dose per 2 persone
  1. 400 gr. petti di pollo o tacchino
  2. 2 arance (scorza e succo) biologiche
  3. zenzero fresco
  4. 3 spicchi d'aglio
  5. peperoncino
  6. 1 cipolla
  7. 1 cucchiaino di zucchero
  8. salsa di soia
  9. olio di sesamo
  10. farina per l'impanatura
  11. sale (poco visto che la salsa di soia è piuttosto salata)
Instructions
  1. Iniziate con il tagliare il pollo a pezzetti non troppo piccoli che metterete in una ciotola capiente insieme agli altri ingredienti per la marinatura.
  2. Grattuggiate la scorza delle 2 arance, ricavatene il succo e ponete insieme al pollo.
  3. Tagliare un pezzetto di zenzero (3 cm più o meno) e tritarlo finemente insieme all'aglio, aggiungere al pollo, salare e spolverare con peperoncino in polvere, un pizzico di sale e lo zucchero. Coprire il tutto e lasciare marinare per almeno 4 ore.
  4. Sgocciolare poi i pezzetti di pollo dalla marinata e infarinarli. Filtrare la marinata.
  5. Fateli poi dorare in padella con l'olio di sesamo, aggiungere la cipolla e fate andare a fuoco vivo e aggiungere poi il liquido della marinata filtrato e una spruzzata di salsa di soia. Fate andare per una ventina di minuti a fuoco moderato. Se dovesse asciugarsi troppo dal liquido aggiungete un po' di brodo di pollo.
Notes
  1. Può diventare un piatto unico insieme a del riso thai a vapore in accompagnamento.
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

RONDELLE DI COTTO E TALEGGIO CON SESAMO NERO E SEMI DI ZUCCA

finger food | 28/02/2016 | By

Rondelle di cotto e taleggio con sesamo nero e semi di zucca

Apericena della domenica sera quando hai voglia di trasgredire senza perderci troppo tempo.. davvero veloci!!

Belli ciucciosi e “puzzoni”( il taleggio mentre cuoce ha un odore che ti incanta –chiudete le porte delle altre stanze please–), ma con un’insalatina di radicchio condita con olio,limone, miele e un pizzichino di sale , siete arrivate.

RONDELLE DI COTTO CON TALEGGIO, SESAMO NERO E SEMI DI ZUCCA
Stuzzichini saporiti
Write a review
Print
Prep Time
10 min
Cook Time
30 min
Total Time
40 min
Prep Time
10 min
Cook Time
30 min
Total Time
40 min
Dose per 2 persone
  1. 1 rotolo di pasta sfoglia
  2. 100 gr. prosciutto cotto (io ho usato Gran Biscotto)
  3. 3 fette di taleggio
  4. sesamo nero
  5. semi di zucca
  6. 1 tuorlo d'uovo per spennellare
Instructions
  1. Scaldate il forno in modalità statico a 180 gradi.
  2. Nel frattempo stendete il rotolo di pasta sfoglia, adagiarvi le fette di prosciutto cotto finemente affettate, e sopra le fette di taleggio spezzettate.
  3. Arrotolate il tutto e tagliarlo a fette. Spennellate con il tuorlo d'uovo, spolverare con sesamo nero e semi di zucca.
  4. Infornare per una mezz'oretta fino a quando la pasta risulti cotta e bella dorata.
  5. Sfornare il tutto e con una pinza disporli su un piatto.
Notes
  1. Al posto del taleggio potete usare o della fontina, o della scamorza o anche gruviera, a seconda dei gusti.
  2. Finiti in un baleno!
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

MINI CROSTINI CON CREMA DI FAVETTE , POMODORO E MOZZARELLA

finger food | 26/02/2016 | By

crostini fave, pomodoro e mozzarella

Il mio primo post di un aperiti”vino”🍸🍢

E’ un diversivo al solito crostino alla pizzaiola perche’ sotto c’e una cremina delicatamente piccantina a base di favette fresche e robiola.

Vado con la ricetta che son di corsa!!!🏃🏼😓

MINICROSTINI CON CREMA DI FAVETTE, POMODORO E MOZZARELLA
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
10 min
Total Time
30 min
Prep Time
20 min
Cook Time
10 min
Total Time
30 min
Dose per 4 persone
  1. 1 baguette
  2. 200 gr. di favette
  3. 1 spicchio d'aglio
  4. 100 gr. robiola
  5. 8/10 pomodorini datterino
  6. 1 mozzarella di bufala
  7. chili in polvere
  8. sale
  9. olio extravergine di oliva
Instructions
  1. Sbollentare le favette in acqua bollente per circa 4 min.
  2. Scolarle, sgusciarle e passarle sotto un getto di acqua fredda. Frullarle insieme alla robiola, il peperoncino, lo spicchio d'aglio,un filo d'olio e aggiustare di sale.
  3. Nel frattempo preriscaldare il forno in modalità grill a 180 gradi.
  4. Lavare i pomodorini e tagliuzzarli in dadolata, condirli con un po di sale e un filo d'olio. Sgocciolare la mozzarela di bufala e tagliarla a cubetti.
  5. Affettare il pane, spalmare la crema di favette, coprire con la dadolata di pomodorini e la mozzarella di bufala.
  6. Infornare per una decina di minuti. Sfornare appena la mozzarella si sarà sciolta e si sarà formata una leggera crosticina.
Notes
  1. Super appetitosi!
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

ZUPPA AI PORCINI

zuppe | 26/02/2016 | By

ZUPPA AI PORCINI
Zuppa rustica da gustare in umide e piovose giornate invernali
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Dose per 4 persone
  1. 300 gr. di funghi porcini freschi (io ho usati quelli surgelati interi)
  2. 2 patate medie
  3. 1 cipolla dorata
  4. 2 spicchi d'aglio
  5. 2 o 3 fette di pomodoro secco (o in alternativa un cucchiaino di concentrato di pomodoro)
  6. 3 peperoncini interi spezzettati
  7. 0,75 brodo vegetale senza glutammato
  8. pane casareccio di semola di grano duro
  9. sale
  10. olio extravergine di oliva
Instructions
  1. Se utilizzate dei porcini freschi, spazzolarli con cura per togliere il terriccio e con uno straccio umido pulirli, poi tagliarli a pezzi grossolanamente. Se invece, usate quelli surgelati che non sono enormi, dividete semplicemente i gambi e lasciate l'estremità superiore intera, o al massimo divisa in due. Il buono di questa zuppa è anche il sentire la consistenza del porcino che se vogliamo ha anche una sua viscidità, ma questa è una sua caratteristica.
  2. Ora affettare ad anelli la cipolla e fatela imbiondire in due cucchiaiate d'olio, unite le patate pelate e tagliate a cubetti e fate andare 2 minuti.
  3. Aggiungere a questo punto i funghi, i pomodori , i peperoncini tagliuzzati e fate andare per altri 2 min. a fuoco vivo.
  4. Ora aggiungete il brodo ( se usate un brodo vegetale fresco tanto di guadagnato basterebbe fare andare 1 cipolla 1 carota 2 costine di sedano solito pomodorino con acqua e sale a pressione per 30 min. si filtra ed è ok), portate a bollore. Appena bolle, abbassare la fiamma al minimo e fate cuocere per una ventina di minuti.
  5. Aggiustate di sale.
  6. Nel frattempo affettate il pane e fatelo tostare sotto il grill dopo averlo spennellato con olio e sale. Tolto dal grill sfregateci uno spicchietto d'aglio.
  7. Nel frattempo la vostra zuppa sarà pronta. Impiattate e servite con il pane "pucciato" nella zuppa.
Notes
  1. E' un piatto rusticissimo ma irresistibile!!.
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/
Zuppa ai porcini

Sta finendo l’inverno e prima del pieno risveglio primaverile mi sono voluta coccolare ancora un po’ con questa zuppa super easy ma buonissima che io amo da impazzire ( con quel profumino di funghi che si diffonde nell’aria e che ti fa sognare di essere un bosco).

Purtroppo i funghi sono congelati ma il piatto regge egregiamente lo stesso. 

Ecco la ricetta:

CAKE ALL’ARANCIA CON CHICCHE DI COTOGNATA

cake | 25/02/2016 | By

cake all'arancia con chicche di mele cotogne

Quest’anno abbiamo raccolto cassette intere di mele cotogne per cui vai a fare marmellate, cotognate e quant’altro.

Stanca di mangiarla in accompagnamento ai formaggi (che per altro cerco di mangiare il meno possibile non perchè non mi piacciano, anzi, ma si fa un gran parlare che non fanno bene, incrementano le infiammazioni, e birim e biribam..), quindi c’era un vasetto di cotognata quasi in THE END e ho pensato di darle una egregia fine.

CAKE ALL'ARANCIA E CHICCHE DI COTOGNATA
Ideale per il breakfast o un bruch
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Prep Time
20 min
Dose per persone
  1. 200 gr. farina
  2. 100 gr. burro
  3. 2 uova
  4. 150 gr.zucchero
  5. vanillina
  6. 1 arancia biologica (scorza e succo) Washington o Navel
  7. 2 cucchiai di cotognata
  8. 2/3 lievito vanigliato per dolci
  9. sale
  10. zucchero vanigliato
  11. uno stampo per ciambella con il foro centrale ( di circa 24 cm. di diametro)
Instructions
  1. Montare con le fruste elettriche (o meglio con una planetaria) le uova con lo zucchero e un pizzichino di sale finchè non diventano spumose, aggiungere il burro spezzettato a temperatura ambiente (tenetene un ò da parte per imburrare lo stampo).
  2. Nel frattempo lavare accuratamente l'arancia, grattuggiare la scorza (fate attenzione!! evitate di grattare anche la parte chiara che è amarina), e spremere il succo. Accendete per riscaldare il forno a 180 gradi.
  3. A questo punto aggiungere la farina e la vanillina all'impasto facendola cadere a pioggia in modo da evitare i grumi, aggiungere il succo di arancia e continuare a mescolare.
  4. Aggiungere la scorza d'arancia. Mescolare di nuovo e aggiungere il lievito. Alla fine aggiungete i pezzetti di cotognata ( la mia era particolarmente solida quindi l'ho tritata a cubettini )e mescolate di nuovo.
  5. Versare il tutto nello stampo precedentemente imburrato.
  6. Infornare a 180 gradi per circa 30 min. con modalità forno statico (se vedete che si colora troppo velocemente abbassate a 160).
  7. Provate la cottura della torta con uno stecchino che dovrà risultare perfettamente pulito.
  8. Sfornate a torta e aiutandovi con un piatto da portata ,capovolgetela.
  9. Di solito si stacca perfettamente, e io uso gli stampi antichi di alluminio. Con quelli di silicone è ancora più semplice.
  10. Lasciatela raffreddare su una gratella e poi spolveratela con dello zucchero a velo vanigliato.
Notes
  1. Se 'impasto dovesse risultare troppo sodo (dipende anche da quanto son grandi le arance, potete eventualmente aggiungere il succo di un'altra arancia, o del cointreau o dell'ottimo arancino fatto in casa).
  2. Potete eventualmente servirla con una crema pasticcera all'arancia per una merenda speciale o un bruch domenicale.
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

 

PASTA CON CARCIOFI E BROCCOLI

pasta | 25/02/2016 | By

PPasta carciofi e broccoli

PASTA CON CARCIOFI E BROCCOLI
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Total Time
50 min
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Total Time
50 min
Dose per 4 persone
  1. 400 gr. pasta corta ( io ho usato i sedani ma fusilli o orecchiette sono ancora meglio)
  2. 2 carciofi sardi con le spine
  3. mezzo broccolo
  4. 1 cipolla dorata
  5. 2 spicchi d'aglio violetto
  6. 3 peperoncini piccolissimi superpiccanti
  7. 3 filetti di alici
  8. vernaccia o vino bianco
  9. zafferano sardo
  10. un pugno di mandorle
  11. sale
  12. olio extravergine di oliva
  13. menta fresca
  14. pecorino grattuggiato
  15. farina o limone per l'ammollo dei carciofi
Instructions
  1. Pulire i carciofi scartando tutte le foglie esterne fino ad arrivare alle foglie più tenere, mondare la cima tagliando le spine. Spaccarli a metà e togliere il "fieno"che si trova all'interno con un coltellino affilato. Affettarli finemente e tuffarli in acqua con una cucchiaiata di farina (si si avete letto bene FARINA affinchè non anneriscano, io la preferisco, è una buona alternativa al limone che a volte tende a darle un gusto asprigno). Ora lavate accuratamente il broccolo (io ci trovo sempre tante lumachine quindi devo fare superattenzione), e tagliare circa la metà delle cimette di un broccolo medio.
  2. Affettare finemente una cipolla e farla appasire in una cucchiaiata d'olio extravergine, poi aggiungere i broccoli esaltarli un pò a fuoco vivo. Coprire e fare andare a fiamma bassa per circa 7 min.
  3. Nel frattempo mettere a bollire l'acqua per la pasta e salarla. Schiacciate 2 spicchi d'aglio e tritare grossolanamente le alici e i peperoncini.. Unirle ai broccoli in cottura insieme ai carciofi sgocciolati e sciacquati.
  4. Sfumare con una spruzzata di vernaccia a fuoco vivo, far evaporare l'alcool e ricoprire per una ventina di minuti controllando la cottura delle verdure. Se necessario bagnare ogni tanto con un po d'acqua.
  5. Nel frattempo cuocete la pasta.
  6. Tostare le scaglie di mandorle in un padellino.
  7. A cottura ultimata delle verdure aggiungete lo zafferano in polvere. Aggiustate di sale. Io non amo il salato, e se uso le alici o le acciughe di solito non aggiungo sale.
  8. Scolare la pasta e saltarla in tegame per un minuto insieme al pecorino.
  9. Impiattare e spolverare con le mandorle tostate e la menta fresca finemente tritata.
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

 

 

 

CREMA DI CAVOLFIORE E FINOCCHIO

zuppe | 24/02/2016 | By

CREMA DI CAVOLFIORE E FINOCCHI
Write a review
Print
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Total Time
45 min
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Total Time
45 min
Dose per 4 persone
  1. 1 cavolfiore
  2. 1 finocchio
  3. 1 patata
  4. 1 cipolla
  5. 3 mini peperoncini super piccanti
  6. 0,75 brodo vegetale senza glutammato (o latte di soia)
  7. olio extravergine di oliva
  8. sale
  9. sesamo nero
Instructions
  1. Fate appassire una cipolla finemente tritata con un filo d'olio, unire la patata pelata e tagliata a dadini, il finocchio mondato e tritato e il cavolfiore cimato . Aggiungete il brodo, i peperoncini e fate andare a pressione per 15 min. (una trentina di minuti in pentola normale).
  2. frullate il tutto a immersione, aggiustate di sale.
  3. Impiattate e spolverate con i semini di sesamo nero .
Notes
  1. Per i più goderecci e non propriamente vegan, spolveratina di pecorino stagionato a scaglie.
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

image

E’tempo di cavoli.. Ecche’ cavoli… La verita’ e’ che in campagna sono arrivati tutti insieme e quindi e’ un tripudio di broccoli, cavolfiori,  bianchi e verdi, verze , cappucci & co. E  quindi tra me e mia mamma sono 2 settimane che si mangiano cavoli tutti i giorni 😀😅😀

Passiamo alla ricetta che  e’ nata perche’ tra i cavoli stanno crescendo anche una marea di finocchi quindi IDEA () .. Mettiamoci dentro anche il finocchietto che non guasta.. In effetti e’ venuta buonina dai.. Io non ho utilizzato il latte ma solo brodo vegetale perche’ sono in una fase total vegan, chi vuole osare con il latte di sicuro il gusto ci guadagna. L’alternativa e’ il latte di soia( a chi piace o quello di cocco che io amo molto).. Provare per credere..a parte gli scherzi.. E’ piacevole e delicata da mixare con un po ‘di chili e sesamo nero per darle un twuist.

SPAGHETTINI ALLA BOTTARGA E ARANCIA

pasta | 22/02/2016 | By

SPAGHETTINI BOTTARGA E ARANCIA

SPAGHETTINI BOTTARGA E ARANCIA
Rivisitazione di una tipica ricetta della cucina di mare sarda
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
10 min
Total Time
30 min
Prep Time
20 min
Cook Time
10 min
Total Time
30 min
Ricetta per 4 persone
  1. 400 gr.spaghettini
  2. 1/4 bottarga di muggine intera media stagionatura
  3. 1 arancia washinton o navel bio
  4. 2 spicchi d'aglio
  5. peperoncino in polvere
  6. olio extravergine d'oliva
  7. prezzemolo e erba cipollina
  8. sale
Instructions
  1. Mettere a bollire l'acqua per la pasta. Nel frattempo spellare e gratuggiare a fori medi circa 1/4 di una bottarga intera mediamente stagionata. Lavate accuratamente l'arancia e grattuggiatene la scorza facendo attenzione a non grattuggiare la parte bianca.
  2. Pelate e tritate finemente i 2 spicchi d'aglio e soffriggeteli finchè iniziano a sfrigolare. Spegnete il fuoco e aggiungete a crudo il prezzemolo e l'erba cipollina finemente tritati. Aggiungete il peperoncino in polvere.
  3. Appena l'acqua inizia a bollire tuffatevi gli spaghettini e mescolate con cura. Scolate gli spaghettini (ci vorranno circa 7 min. controllare la cottura sula confezione) e mescolateli con il soffritto. Impiattate e cospargete il mix di bottarga e scorza di arancia sul piatto.
Notes
  1. E' un piatto semplicissimo e veloce che però ha bisogno di qualche accorgimento: fare attenzione alla cottura dell'aglio e non scaldare la bottarga (che con il calore cambia colore e sapore e si appiccherebbe al tegame).
  2. E' superbuona e non ne rimane mai!!
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

TORTA RICOTTA E CIOCCOLATO

cake | 20/02/2016 | By

image

TORTA RICOTTA E CIOCCOLATO
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
40 min
Prep Time
30 min
Cook Time
40 min
Ingredients
  1. 1 confezione di pasta frolla
  2. 250 gr. ricotta freschissima
  3. 15/18 cioccolatini decorati
  4. 2 cucchiaiate di zucchero a velo vanigliato
  5. 1 pizzico di cannella
Instructions
  1. Stendete la pasta frolla in una tortiera media per crostate precedentemente rivestita di carta da forno, e bucherellatela con una forchetta in modo che non si gonfi in cottura.
  2. Tagliate con cura la parte superiore dei cioccolatini evitando di romperla e teneteli da parte per la copertura finale.
  3. Nel frattempo mescolate la ricotta in una ciotola con la parte sotto dei cioccolatini che avrete grossolanamente tritato a coltello, lo zucchero a velo, un pizzico di cannella. Mescolate bene e farcite la torta livellandola bene. Rigirate i bordi all'interno formando una sorta di cordone.
  4. Infornate a 180' gradi forno statico per circa 30 min. e forse anche qualcosina in meno. Verificate la cottura con il solito stecchino , se rimane pulito la torta è pronta.
  5. Sfornatela e mettetela a raffreddare su una gratella. Una volta raffreddata del tutto, decorarla con la parte sopra dei cioccolatini che avevate messo da parte.
Notes
  1. Torta facilissima che fa un successone. L'idea è nata da un acquisto di cioccolatini non eccellenti, quindi è stato un riciclo, ebbene sì, ma il risultato finale ha premiato davvero!!
  2. Se usate dei cioccolatini superbuoni sarà davvero 10!
  3. Io ho usato poco zucchero perchè i miei cioccolatini erano molto stucchevoli, assaggiate l'impasto perchè dipende molto da quanto son dolci.
  4. Io ho usato un pizzico di cannella per darle un po' di carattere, sicuramente anche con lo zenzero in polvere sarà interessante.
  5. Spero vi piaccia!
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

TORTELLINI OLD STYLE

pasta | 10/02/2016 | By

  • TORTELLINI OLD STYLE
    pasta ripiena tradizionale bolognese
    Write a review
    Print
    Ingredients
    1. Per il ripieno: (dose per circa 4 persone)
    2. 100 gr. lonza di maiale
    3. 100 gr. di prosciutto crudo (io preferisco S.Daniele per andare sul sicuro )
    4. 100 gr. mortadella di Bologna
    5. 100 gr. parmigiano reggiano
    6. 1 uovo
    7. sale e pepe q.b.
    8. noce moscata
    Per la sfoglia
    1. 400 gr. di farina 0
    2. 4 uova
    Per il brodo
    1. acqua (3/4 della capienza della pentola)
    2. 1/2 cappone ruspante di campagna
    3. 1 cipolla
    4. 1 o 2 carote
    5. un paio di coste di sedano
    6. un cucchiaio di passata di pomodoro o 3 pomodori secchi biologici ( opzione 2 per mia mamma e il brodo viene super gustoso)
    7. sale grosso
    8. qualche grano di pepe nero
    Instructions
    1. L'ideale è preparare il brodo dal giorno prima così si può raffreddare e sgrassare tranquillamente, altrimenti tenderebbe ad essere troppo pesantuccio.
    2. Mettere a bollire una capiente pentola con il mezzo cappone già pulito (mantenendo comunque la pelle), più tutti gli odori.
    3. Dovrà bollire per circa 3 orette buone, e ogni tanto andrà schiumato con una ramina da tutta quella "pappetta "marroncina che si formerà in superficie.
    4. Per accorciare i tempi si può utilizzare una capiente pentola a pressione e far bollire per circa 1 ora i tutto, facendo però attenzione al livello del liquido che non deve mai superare la tacchetta interna nella pentola, e controllarne la cottura ogni circa 20 min. o 1/2 ora .
    5. Una volta cotta la carne ( controllatela con una forchetta), estraetela dal brodo e tenetela da parte. Filtrate il brodo con un colino. Lasciate raffreddare. Metterlo poi in frigo. Si formerà una patina di grasso che vi consiglio vivamente poi di eliminare o eventualmente ridurre.
    6. Ecco che il vostro brodo è pronto. aggiustate di sale. Se volete farlo ancora più colorato , c'è chi aggiunge un altro pò di passata di pomodoro.
    7. Prepariamo ora il ripieno dei tortellini (anche questo meglio preparalo dalla sera prima in modo che si fondano amorevolmente tutti gli ingredienti).
    8. Tritare la lonza di maiale al robot, fare altrettanto con il prosciutto, la mortadella e il parmigiano. Mettere tutto in una ciotola e amalgamare tutti gli ingredienti.
    Ora passiamo ala pasta all'uovo
    1. mettere su una spianatoia la farina facendo la fontana con al centro le uova sgusciate.
    2. Iniziate ad impastare fin tanto che la pasta risulti soda ed elastica.
    3. Aggiungete farina se la pasta dovesse risultare troppo morbida , dipende sempre dalla grandezza delle uova e dall'umidità che c'è nell'ambiente. Mi ricordo in Emilia la pasta si seccava subito, mentre in Sardegna dove abito ora con l'umidità è talmente tanta che a volte la pasta sembra sciogliersi.
    4. Ora se non volete tirare la pasta al mattarello come le vere "sfogline"(ormai una rarità visto che siamo sempre tutti di corsa), mettete la pasta in un piatto coperto e iniziate a prendere delle palline che andrete ad appiattire prima a mano e che poi passerete alla macchina tirapasta ,passatele dal foro più largo fino al penultimo stretto ( mai all'ultimo veramente troppo sottile e la pasta si straccerebbe).
    5. Ora stendetela sulla spianatoia e iniziate a tagliare dei quadrati (o utilizzando l'apposito tagliapasta ), oppure come faccio io con un semplice coltello non seghettato ( a me piace fari piccolini e i tagliapasta sono sempre troppo grandi per i miei gusti).
    6. Ora riempite i quadratini con una pallina di ripieno precedentemente preparato. Chiudete i lembi a fazzoletto . Passateli sulla punta dell'indice , rigirarli e chiuderli dandogli la famigerata forma dell'ombelico di Venere.
    7. Disporli ordinatamente in vassoi precedentemente rivestiti con un panno infarinato in modo che non si attacchino.
    8. Siamo pronti per far ribollire il brodo e tuffarci finalmente i tortelli, appena il brodo avrà preso a bollire. Il tortellino è cotto quando viene a galla.
    Notes
    1. La sua "morte" è in brodo, ma chi è cresciuto come me nei favolosi anni '80, li adora anche alla panna. In quel caso non dovete far altro che scolarli dal brodo e saltarli con della buona panna o fresca o da cucina in padella arricchendoli con una bella spolverata di parmigiano .
    2. Il brodo, nel caso, lo potete utilizzare per un buon risotto o una gustosa zuppa.
    3. Buon appetito
    PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/
       

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    image

(altro…)

Translate »