PIADINA DI KAMUT

finger food | 16/03/2016 | By

Piadina di kamut con prosciutto scquaccherone e crescione

La piada è un pò come la pizza non ti stanchi mai, sono quei “mangiarini “sfiziosi che ti mettono subito di buonumore e ti fanno allegria. 

Nel corso degli anni ne ho provato varie ed eventuali, ma quella che preferisco in assoluto è quella sfogliata  sottile che ultimamente sto sperimentando con successo e soddisfazione in una variante senza grassi animali ma con olio di oliva. Ve lo assicuro, non le toglie ne’ morbidezza ne’ fragranza ed è 100% senza grassi animali.

Questa che ho provato ultimamente (perchè ho tanta farina da finire in verità) è con la farina di kamut, ma giuro, a breve la proverò con una farina gluten free che adoro nella pizza che mi risulta leggerissima.

La cottura andrebbe fatta sulla famosa piastra in ghisa chiamata “testo”, per chi non la possiede una valida alternativa può essere la bistecchiera in ghisa o come ultima spiaggia una padella antiaderente di nuova generazione.

PIADINA DI KAMUT CON CRUDO SQUACQUERONE E CRESCIONE
Ricetta tipica romagnola in una versione light
Write a review
Print
Prep Time
15 min
Cook Time
15 min
Total Time
30 min
Prep Time
15 min
Cook Time
15 min
Total Time
30 min
Dose per 2 persone
Per la pasta
  1. 200 gr. farina di kamut
  2. 20 ml. di olio extravergine di oliva
  3. un pizzico di sale
  4. acqua q.b.
Per il ripieno
  1. 150 gr. di prosciutto crudo
  2. 125 gr. di squacquerone
  3. un mazzetto di rucola o crescione
Instructions
  1. Mettete la farina in una ciotola insieme all'olio, un pizzico di sale e aggiungete un pò d'acqua. Impastate il tutto e regolatene la consistenza aggiungendo un pochino di acqua all'occorrenza.
  2. Impastate energicamente il tutto (meglio su una spianatoia fino a rendere la pasta compatta, morbida ed elastica (se tende a stracciarsi aggiungete un altro goccio di olio).
  3. Formate una palla e fatela riposare per almeno 30 min.
  4. Trascorso il tempo, suddividetela in palline (7/8 più o meno), e cominciate a tirarle su una spianatoia infarinata con il mattarello fino ad appiattirle dii 3mm. Cercare di mantenere una forma tondeggiante (c'è chi si aiuta con una piatto tondo e un tagliapasta per farle perfette).
  5. Nel frattempo mettete a scaldare la piastra sul fuoco, appena sarà ben calda, adagiatevi le piade facendole cuocere 2/3 min. per parte, fintanto che non si gonfiano e si formano le classiche "bolle". Non cercate di appiattirle perchè se no diventeranno dure, il segreto e'mantenere le bolle piene d'aria per conservarne la morbidezza.
  6. Una volta cotte farcirle poi con prosciutto crudo, squacquerone e rucola o crescione ( erbetta dal retrogusto bello pungente che è ancora meglio della rucola), e poi piegarle a metà.
  7. Buona piada!!
Notes
  1. Le ultime (se rimangono) e se non rimangono si fa in modo che rimangano, sono d'obbligo con la nutella per avere un dolce/salato assicurato!!
PhaniaCook81 http://phaniacook81.com/

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Translate »